Space News: una nuova ricerca suggerisce che la “materia oscura” potrebbe non esistere dopo tutto

Per decenni, astronomi, fisici e cosmologi hanno supposto che l’universo fosse pieno di strana materia chiamata “materia oscura” che spiega lo strano comportamento gravitazionale delle galassie e dei loro ammassi.

La materia oscura costituisce i tre quarti di tutta la materia nell’universo, secondo modelli matematici.

Ma non è stato completamente visto o spiegato.

E mentre la materia oscura è diventata la teoria dominante per spiegare uno dei più grandi misteri dell’universo, alcuni scienziati hanno cercato spiegazioni alternative sul perché le galassie si comportano in quel modo.

Ora, un team internazionale di scienziati afferma di aver trovato nuove prove che la materia oscura potrebbe non esistere davvero, dopotutto.

Nella ricerca Pubblicato a novembre sull’Astrophysical Journal, Gli scienziati hanno riportato lievi discrepanze nelle velocità orbitali di stelle lontane che ritengono rivelino un debole effetto gravitazionale e che potrebbero porre fine alle nozioni tradizionali di materia oscura.

Lo studio suggerisce che una comprensione scientifica incompleta della gravità è la ragione dietro quella che sembra essere la forza gravitazionale delle galassie e degli ammassi di galassie, non le enormi nubi di materia oscura.

Il telescopio spaziale Hubble ha catturato questa immagine di NGC 5949 a 44 milioni di anni luce di distanza. credito: CNN / NASA
READ  Sette importanti risultati scientifici per il 2020
More from Benigna Moretti

Bahn: Quando si tratta della questione del virus, l’azienda si affida a fumogeni scientifici

Opinione Infezione corona sui treni Il percorso dei lavori ferroviari è scandaloso...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *